Le criptovalute offrono indubbiamente la possibilità di ottenere enormi profitti, ma anche il rischio di perdere tutto. Ecco perché è essenziale conoscere i diversi attacchi che i malintenzionati possono sferrare contro gli investitori in criptovalute. In questo articolo verranno discussi vari attacchi, tra cui phishing, hacking, social engineering, ransomware e molti altri attacchi su larga scala. Parleremo anche di come proteggersi da questi attacchi. Rimanete al sicuro là fuori!

vendita pubblica bhero

Diversi tipi di attacco alle criptovalute

Esistono diversi tipi di attacchi che i malintenzionati possono lanciare contro gli investitori in criptovalute. Alcuni di questi attacchi sono personali, rivolti a singoli individui; altri sono attacchi su larga scala che mirano a interrompere un'intera rete blockchain.

Attacchi crittografici personali

Le criptovalute sono progettate per essere sicure, ma questo non significa che siano invulnerabili. Uno dei rischi più comuni per gli investitori è la minaccia di un attacco personale. Gli aggressori possono utilizzare vari metodi per prendere di mira le persone e i loro obiettivi possono andare dal furto di fondi alla semplice perturbazione del mercato.

attacchi personali di crittografia

Anche se i metodi e le motivazioni possono variare, ci sono alcuni vettori di attacco comuni che gli investitori dovrebbero conoscere. Uno dei più comuni è il phishing, quando un aggressore invia un'e-mail o un altro messaggio che sembra legittimo ma che è stato progettato per ingannare la vittima e farle rivelare le sue chiavi private.

Gli attacchi personali possono assumere molte forme e nuove minacce emergono continuamente. Per questo è importante che tutti gli investitori in criptovalute siano consapevoli dei rischi che corrono e prendano provvedimenti per proteggersi.

Tipi di attacco alle criptovalute - Phishing

Il phishing è un attacco in cui l'aggressore cerca di indurre l'utente a fornire le proprie informazioni personali, come le credenziali di accesso o il numero di carta di credito. Ad esempio, può creare un sito web falso che assomiglia a un servizio di cambio o di portafoglio legittimo. Oppure possono inviare un'e-mail che sembra provenire da un'azienda legittima ma che contiene un link che rimanda a un sito web falso. Una volta in possesso delle vostre informazioni personali, possono usarle per rubare i vostri fondi.

Come proteggersi dagli attacchi di phishing

Il modo migliore per proteggersi dagli attacchi di phishing è conoscere le bandiere rosse. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Assicuratevi di accedere solo a siti web di cui vi fidate. Non cliccate sui link delle e-mail se non siete assolutamente sicuri che siano legittimi.
  • Controllate sempre l'URL del sito web prima di inserire qualsiasi informazione personale. L'URL dovrebbe sempre iniziare con "HTTPS" e dovrebbe essere presente l'icona di un lucchetto nella finestra del browser.
  • Se sospettate che un sito web possa essere falso, fate una ricerca su Google per trovare recensioni su quel sito.
  • Non inserite mai le vostre credenziali di accesso o i dati della carta di credito in un sito web che non dispone di una connessione sicura (HTTPS).
  • Utilizzate l'autenticazione a due fattori ogni volta che è possibile. Si tratta di un ulteriore livello di sicurezza che richiede di fornire un codice inviato al telefono o all'indirizzo e-mail per accedere.

Hacking

hacking

L'hacking è un altro attacco comune, in cui l'aggressore ottiene l'accesso al vostro computer o telefono e lo utilizza per rubare le vostre criptovalute. Può farlo installando un malware sul dispositivo o utilizzando una tecnica chiamata "forza bruta" per indovinare la password. Una volta ottenuto l'accesso al vostro conto, possono trasferirvi i fondi.

Come proteggersi dagli attacchi di hackeraggio

Il modo migliore per proteggersi dagli attacchi di hacking è utilizzare una password forte e attivare l'autenticazione a due fattori. Dovete anche assicurarvi che il vostro dispositivo sia aggiornato con le ultime patch di sicurezza. È inoltre necessario prestare attenzione a dove si scaricano applicazioni e software e installare solo applicazioni da fonti affidabili.

Ingegneria sociale

L'ingegneria sociale è un attacco in cui l'aggressore cerca di ingannare l'utente per indurlo a fornire informazioni o a fare qualcosa che lo aiuterà a rubare la criptovaluta. Ad esempio, potrebbe chiamarvi, fingere di essere di un'azienda legittima e cercare di convincervi a fornire le vostre credenziali di accesso. Oppure possono inviare un'e-mail che sembra provenire da un amico o da un familiare e che contiene un link che conduce a un sito web falso.

Come proteggersi dagli attacchi di social engineering

Il modo migliore per proteggersi dagli attacchi di ingegneria sociale è conoscere le bandiere rosse. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Diffidate di qualsiasi telefonata o e-mail non richiesta.
  • Non cliccate su nessun link se non siete assolutamente sicuri che sia legittimo.
  • Controllate sempre l'URL del sito web prima di inserire qualsiasi informazione personale. L'URL dovrebbe sempre iniziare con "HTTPS" e dovrebbe essere presente l'icona di un lucchetto nella finestra del browser.
  • Se si sospetta che un sito web possa essere falso, non utilizzarlo.
  • Non inserite mai le vostre credenziali di accesso o i dati della carta di credito in un sito web che non dispone di una connessione sicura (HTTPS).
  • Utilizzate l'autenticazione a due fattori ogni volta che è possibile. Si tratta di un ulteriore livello di sicurezza che richiede di fornire un codice inviato al telefono o all'indirizzo e-mail per accedere.

Alcune delle più importanti tattiche di social engineering attualmente utilizzate sono su piattaforme come Telegram, quindi è bene essere sempre consapevoli dell'interlocutore.

Ransomware

ransomware

Il ransomware è un attacco in cui l'aggressore cripta i vostri file e poi vi chiede di pagare un riscatto in criptovaluta per decriptarli. L'attacco può avvenire tramite l'installazione di malware sul dispositivo dell'utente o tramite l'inganno di fare clic su un link dannoso. Una volta crittografati i vostri file, di solito vi daranno un limite di tempo per pagare il riscatto e, se non lo pagherete entro questo lasso di tempo, cancelleranno i vostri file.

Come proteggersi dagli attacchi Ransomware

Il modo migliore per proteggersi dagli attacchi ransomware è eseguire regolarmente il backup dei file. Questo vi garantirà la possibilità di recuperare i vostri file se vengono crittografati da un ransomware. Dovreste anche installare un software antivirus e tenerlo aggiornato. Non aprite mai gli allegati o cliccate sui link delle e-mail provenienti da mittenti sconosciuti e controllate sempre l'URL del sito web prima di inserire informazioni personali.

Questi sono solo alcuni degli attacchi più comuni che possono essere lanciati contro gli investitori in criptovalute, con molti altri attacchi su scala minore che possono essere intrapresi.

Attacchi alle reti blockchain

attacchi alle reti blockchain

Esistono anche attacchi su larga scala che prendono di mira le borse o i portafogli, come gli attacchi denial of service o gli attacchi 51%. Vediamo ora alcuni dei tipi più comuni di attacchi su larga scala.

Attacco 51%

A L'attacco 51% avviene quando un aggressore ottiene il controllo di maggioranza di oltre 50% della potenza di calcolo utilizzata per estrarre una criptovaluta.permettendo loro di riscrivere la blockchain e di rubare i fondi agli altri utenti. È anche possibile impedire la conferma di nuove transazioni o addirittura impedire ad altri minatori di estrarre la valuta.

L'attaccante non deve essere sempre una sola persona. Tuttavia, è necessario che si tratti di una singola entità con un obiettivo comune. Ad esempio, se qualcuno convince un gruppo di minatori o di validatori di nodi a prendere il controllo di 51% o più della rete, tutti i fondi possono essere trasferiti a un altro portafoglio, gruppo di portafogli o blockchain.

Attacco BGP (Border Gateway Protocol)

Gli attacchi BGP si verificano quando qualcuno si impossessa di un gruppo di indirizzi Internet modificando le informazioni nelle tabelle di routing di Internet utilizzando il Border Gateway Protocol (BGP), che viene utilizzato per scambiare informazioni di routing tra diversi sistemi autonomi su Internet. Impadronendosi di un gruppo di indirizzi, l'aggressore può reindirizzare il traffico destinato a tali indirizzi verso i propri server, consentendo di intercettare le transazioni di criptovalute e di rubare i fondi.

Attacchi DDoS (Distributed Denial of Service)

Un attacco DDoS (Distributed Denial of Service) si verifica quando qualcuno invia un gran numero di richieste a un server per sopraffarlo e causarne il blocco. Ciò può avvenire utilizzando un software speciale per inviare le richieste o infettando i computer con un malware che consente all'aggressore di controllarli da remoto. Quando il server si blocca, non può elaborare alcuna transazione, il che può far perdere denaro agli investitori.

Attacco DNS (Domain Name System)

Un attacco al Domain Name System (DNS) avviene quando qualcuno dirotta un nome di dominio e lo reindirizza a un server diverso. Un attacco DNS può essere effettuato modificando le informazioni dei server DNS o infettando i computer con un malware che consente all'aggressore di controllarli da remoto. Quando il nome di dominio viene reindirizzato, gli investitori possono subire una perdita di denaro, poiché vengono indirizzati a un server diverso sul quale l'aggressore ha il controllo.

Attacco alla polvere

Un attacco di dusting avviene quando un aggressore invia una piccola quantità di criptovaluta a molti indirizzi diversi per deanonimizzarli. In questo modo, può tracciare le transazioni in cui gli indirizzi sono coinvolti e scoprire chi li possiede. Questo può essere usato per identificare le persone che detengono investimenti in criptovalutee può essere utilizzato anche per tracciare i movimenti dei fondi.

Attacco dell'eclissi

Un attacco eclipse si verifica quando un aggressore prende il controllo di un gran numero di nodi in una rete di criptovalute e impedisce agli altri utenti di inviare o ricevere transazioni prendendo il controllo dei nodi o convincendo i proprietari dei nodi a partecipare all'attacco. Quando la rete si trova in questo stato, si parla di eclissi.

L'attaccante può quindi utilizzare la rete a proprio vantaggio, ad esempio spendendo due volte i fondi, interrompendo la potenza di estrazione o impedendo ad altri utenti di accedere ai propri fondi.

Attacco Goldfinger

L'attacco Goldfinger prende il nome dal cattivo che voleva aumentare il prezzo del suo oro diminuendo il valore di altro oro. Un attacco Goldfinger alle criptovalute (in genere Bitcoin) è simile all'attacco 51%, ma da parte di aggressori esterni all'economia delle criptovalute che vogliono vederne la distruzione mettendo allo scoperto molte posizioni.

Sebbene il costo della transazione sia probabilmente troppo elevato perché la maggior parte degli aggressori possa portare a termine con successo un attacco Goldfinger, vi sono ragioni plausibili per ritenere che le agenzie governative possano avere la capacità e la volontà di farlo.

Forcella rigida

Un attacco hard fork avviene quando un hacker sfrutta una vulnerabilità nel codice di una criptovaluta per dividere la moneta in due catene separate. Questo può essere fatto per vari motivi, come creare una nuova criptovaluta con ricompense più generose o sabotare la valuta originale.

Gli hard fork possono anche essere utilizzati per annullare le transazioni già effettuate, il che può essere molto utile per i criminali che hanno rubato dei fondi.

Attacco della Sibilla

Un attacco Sybil si verifica quando un aggressore crea molte identità false per ottenere il controllo di una rete di criptovalute. Ciò può avvenire infettando i computer con un malware che consente all'attaccante di creare più identità. In alternativa, gli aggressori possono acquistare identità rubate online per lo stesso motivo. Quando l'attaccante ha il controllo di un gran numero di nodi, può impedire agli altri utenti di inviare o ricevere transazioni. Può anche utilizzare la rete a proprio vantaggio, ad esempio spendendo due volte i fondi, interrompendo la potenza di estrazione o impedendo ad altri utenti di accedere ai propri fondi.

Attacco al portafoglio

Un attacco al portafoglio avviene quando qualcuno ottiene l'accesso al portafoglio di un utente di criptovalute e ne ruba i fondi rubando i dati di accesso dell'utente, infettando il suo computer con un malware che gli consentirà di prendere il controllo del portafoglio, o violando gli exchange in cui l'utente ha depositato i suoi fondi.

Tuttavia, in termini di attacco su larga scala alle criptovalute, un attacco ai portafogli viene solitamente definito come una fuga di identità di portafogli di grandi dimensioni a causa di altri attacchi come gli attacchi DNS o l'iniezione di codice remoto.

Come proteggersi dagli attacchi su larga scala

come proteggersi dagli attacchi su larga scala

Ci sono alcune cose che potete fare per proteggervi dagli attacchi su larga scala:

  • Solo investire in criptovalute con solide misure di sicurezza, come l'autenticazione a due fattori e i portafogli multi-firma.
  • Utilizzate uno scambio di criptovalute affidabile e con un buon livello di sicurezza.
  • Conservare le criptovalute in un portafoglio sicuro, ad esempio un portafoglio hardware.
  • Mantenete il vostro software aggiornato e installate gli aggiornamenti di sicurezza non appena vengono rilasciati.
  • Siate consapevoli dei rischi legati alla detenzione di criptovalute e assicuratevi di capire come proteggere il vostro investimento.

Conclusione

Sebbene spesso si pensi che le criptovalute siano sicure, in realtà sono vulnerabili a una serie di attacchi. Questi attacchi possono essere condotti da chiunque abbia la motivazione e le risorse per farlo e possono avere un effetto devastante sulla valuta.

Tuttavia, è possibile adottare misure per proteggersi da questi attacchi e, se si è consapevoli dei rischi connessi alla detenzione di criptovalute, ci si può assicurare di aver compreso come proteggere il proprio investimento.

Unisciti alla comunità su Telegramma, Instagram, Twitter, o Linkedin.

Autore

Pluripremiato SEO content marketer con la passione per le criptovalute, la blockchain Elrond e la fornitura di informazioni e conoscenze attraverso il potere delle parole scritte.